A Rende caminetto Rotary sulla salute mentale

Un miliardo le persone nel mondo afflitte da malesseri mentali

Un miliardo le persone nel mondo afflitte da malesseri mentali

L’ultimo caminetto dell’anno rotariano 2023-24 che ha condotto da Presidente, Natale Dodaro ha voluto riservarlo ad una riflessione sulle problematiche della psiche, collettiva ed individuale, spesso causa di tormenti ma, per fortuna, anche fonte di pensieri e comportamenti positivi.

A Rende caminetto Rotary sulla salute mentale

A parlare della “Salute mentale: dallo sconforto alla speranza”, mercoledì 19 giugno all’Hotel Europa, è stato il dott. Giorgio Marchese, psicoterapeuta e socio, tra i componenti della Commissione Salute mentale creata tra Club Rotary del territorio.

Marchese ha tracciato un quadro attuale e preoccupante della situazione che vede oggi nel mondo circa un miliardo di persone con problemi di salute mentale, aumentati significativamente durante e dopo il periodo Covid. L’interruzione di contatti fisici, il lutto mutilato di chi non poteva assistere i suoi cari, il sospetto del contagio in chiunque si incontri, quindi il rifiuto di farsi avvicinare per non restare delusi: sono solo alcune delle tappe di un percorso che non si è interrotto nel dopo Covid, finendo con il caratterizzare fortemente gli anni che viviamo. Sono aumentati angosce, paure, rabbia, confusione e paranoia. E ad esserne colpiti sono sia adulti che giovani, perfino i bambini per lungo tempo privati del contatto più naturale con i compagni di scuola.

Citando il famoso film Matrix, Giorgio Marchese si è chiesto se tutto questo non preluda ad una “nuova desertica realtà”.

La risposta, da psicoterapeuta e da rotariano, non può essere così pessimista.

Esiste ancora, nell’uomo, la capacità di vivere con amore e generosità, qualità indispensabili per far sentire la propria presenza nel mondo degli affetti più vicini e in quello della comunità in cui si è nati e si opera. Guardare all’altro da noi con la volontà di “esserci” per dare una mano è l’unica strada possibile per continuare a vivere pienamente, “per scoprire insieme dove possiamo andare”. Giorgio Marchese ha concluso citando Einstein e raccogliendo i calorosi applausi dei presenti:

“Ciascuno di noi viene sulla terra per una breve visita, senza sapere perché; però, una cosa sappiamo per certo: l’uomo è qui per il bene degli altri uomini, soprattutto di quelli dal cui sorriso e dal cui benessere dipende la sua felicità”.

Ad inizio serata il Presidente Natale Dodaro ha salutato l’ingresso nel Club dell’avvocato Francesco Clausi, che è stato presentato dal socio Pino De Munno.