A Rende riaprono i musei: ecco quali, quando e come fare per prenotarsi

I musei di Rende riaprono e continua la 'lotta' alla cultura. Ecco quali sono i programmi e le modalità di prenotazione.

A Rende riaprono i musei

A Rende riaprono i musei. Ecco quali e quando prenotarsi.

Al Centro Storico di Rende, da lunedì a venerdì dalle ore 9-13 e dalle ore 15-19

Al Museo d’Arte Contemporanea “Roberto Bilotti” nel Castello, vi aspettano nuove acquisizioni della sezione “Cento Opere e una grande Amicizia”, arrivate lo scorso novembre. In altre sezioni permanenti, opere di Giuseppe Gallo, Vettor Pisani, Pietro Ruffo e le sezioni “Il disco”, “u panaru”.

Museo del Presente (Rende-Metropolis)
Museo del Presente (Rende-Metropolis)

Inusuali “Abiti d’arte”, creazioni di Andy Warhol, Jannis Kounellis, Emilio Isgró, Gianfranco Limoni, Luca Maria Patella, Nagasawa, Piero Pizzi Cannella, Bruno Ceccobelli, Giosetta Fioroni, Luigi Ontani.

Il Museo Civico, inoltre, presso palazzo Zagarese, riapre con un nuovo spazio laboratorio di restauro al piano terra, e con le sue due sezioni permanenti: la Pinacoteca con opere di Mattia Preti, Giuseppe Pascaletti, Cristoforo Santanna e altri autori del XVII-XVIII secolo e la e la sezione Demo-etnoantropologica con una collezione di costumi tradizionali arbëreshë, e una ricca collezione di oggetti della cultura contadina calabrese.

Ingressi su prenotazione e contingentati fino ad un massimo di 20 persone per visite della durata di 60 minuti.

Museo Bilotti: 0984/8284402

Museo Civico: 0984/8284270

Il Museo del Presente è pronto a riaprire al pubblico dal 10 febbraio con l’evento GALARTE con la mostra personale di Vincenzo Formica, e con la riapertura della sezione permanente dei Futuristi Calabresi.