Agenda Urbana Cosenza-Rende, minoranza del capoluogo: fondi a rischio

I gruppi di minoranza del Consiglio comunale di Cosenza avvertono: "La città di Cosenza rischia di perdere un’altra importante occasione e di non portare a termine gli interventi del Programma Agenda Urbana Cosenza-Rende"

Municipio di Cosenza

Programma Agenda Urbana Cosenza-Rende a rischio – sostengono i gruppi di minoranza in Consiglio comunale a Cosenza

“Risorse per un totale di circa 34 milioni di euro messe in campo grazie al Por FESR/FSE2014-2020: alla città di Cosenza sono stati destinati 18 milioni, di cui 10 milioni gestiti direttamente dal Comune che ne ha la titolarità.

In Commissione cultura nel corso dell’audizione la Dirigente, Ing. Rino, coordinatrice del Comitato per l’attuazione dell’Agenda urbana, sono emerse tutte le nostre preoccupazioni sui ritardi e il rischio di non rispettare il termine di fine anno 2022, pena la perdita delle risorse programmate per l’intero programma.

La Dirigente, durante la Commissione Cultura, ha fatto una disamina attenta e minuziosa sullo stato attuale dell’iter procedurale di questo importante finanziamento dalla quale si deduce chiaramente che ad oggi il Comune di Cosenza non avrebbe redatto i progetti di fattibilità relativi agli assi di sua competenza. Tali progetti dovrebbero riguardare in particolare l’efficientamento energetico e gli interventi di recupero del patrimonio edilizio comunale del Centro storico di Cosenza, con successiva assegnazione degli alloggi alle famiglie più svantaggiate.

Municipio di Cosenza
Municipio di Cosenza

Possibile che il Comune di Cosenza non sia riuscito fino ad oggi a dotarsi di un parco progetti da inserire nel Piano triennale delle Opere pubbliche?

Di certo, prima della dichiarazione di dissesto finanziario, Palazzo dei Bruzi aveva a disposizione tecnici interni (oggi in gran parte collocati in pensione) e consulenti esterni che avrebbero potuto lavorare in maniera celere ai progetti dell’Area Urbana. Il ritardo registrato si ripercuote sull’avanzamento generale del Programma e si spera che per l’inserimento nel prossimo Programma triennale delle Opere Pubbliche vengano redatti i progetti di fattibilità tecnico – economici in modo da poter richiedere l’anticipazione del 30% sui 10 Milioni riservati al comune di Cosenza.

Dunque, il quadro complessivo che è emerso dai lavori della Commissione cultura è a dir poco allarmante e, purtroppo, ha avvalorato ciò che stiamo denunciando da tempo, anche attraverso un’interrogazione indirizzata al sindaco Mario Occhiuto ad oggi senza risposta. Il rischio, sempre più concreto, è quello di perdere le risorse, mettendo da parte una importante opportunità per la nostra città e per l’intera area urbana ” – così i Gruppi di opposizione al Comune di Cosenza.