Attiva Rende sulle dimissioni di Iantorno: “Merita tanta solidarietà umana”

"Attendiamo comunque maggiori spiegazioni sulle motivazioni addotte da Iantorno, in particolare su alcune affermazioni che si presentano gravi e pesanti"

Pierpaolo Iantorno

La nota diffusa da Attiva Rende sulle dimissioni dell’Assessore al bilancio del Comune di Rende, Pierpaolo Iantorno:

“Alla fine, meglio tardi che mai. Pierpaolo Iantorno merita tanta solidarietà umana per essere giunto, dopo sei anni e mezzo, alle tristi conclusioni rappresentate nell’articolo che leggiamo sulla Gazzetta del Sud.
Attiva Rende
Attiva Rende
Dalla “mancanza di amore per la città”, alle “divergenze sul piano della programmazione e conseguente attuazione della politica di governo cittadino”, giusto per citare le più eclatanti tra le motivazioni addotte dall’ex assessore Iantorno, sono evidentemente questioni che non possono consentire una relazione amministrativa né per un mese, né per anno, figuriamoci per 7 lunghi anni. Ma tant’è.
Purtroppo anche questa vicenda arriva a testimoniare quanto l’ambiguità politica, lo stare spesso contemporaneamente su tavoli e ambiti inconciliabili (materia nella quale l’attuale sindaco di Rende è indubbiamente maestro: si pensi alle sue posizioni sulla sanità pubblica e privata) alla fine mostra sempre il suo conto, spesso duro a digerire.
In attesa di saperne di più rispetto alle motivazioni delle dimissioni addotte dall’ex assessore Iantorno, in particolare su alcune affermazioni che si presentano gravi e pesanti, auspichiamo che il dibattito democratico sulla città si allarghi. Il degrado avanza e non c’è più tempo da perdere”.

Comments

comments