Comune di Rende e Oncomed a fianco dei malati oncologici

Comune di Rende e Oncomed a fianco dei malati oncologici, prodotti di bellezza e cura donati dai commercianti. Il sindaco Manna: “vedere aldilà della malattia aumentando fiducia in se stessi”

“La bellezza è negli occhi di chi vede aldilà della malattia aumentando la fiducia in se stessi e scorgendo una possibilità di riscatto e speranza”: a dirlo il sindaco di Rende Marcello Manna in occasione dell’iniziativa di Oncomed patrocinata dal comune che ha visto alcuni commercianti donare prodotti per la salute e la bellezza che saranno destinati ai malati oncologici.

Ieri pomeriggio, alla presenza dell’assessore alle politiche sociali Annamaria Artese e alla consigliera di maggioranza Marisa De Rose, l’erboristeria Flora e Farma e la profumeria Giordano hanno infatti consegnato alla presidente dell’associazione di volontariato Francesca Caruso prodotti per la cura della persona che saranno presto consegnati agli utenti dell’ambulatorio dove è possibile essere visitati in maniera gratuita.

Comune di Rende e Oncomed a fianco dei malati oncologici
Comune di Rende e Oncomed a fianco dei malati oncologici

“Un’iniziativa -ha spiegato l’assessore- che abbiamo voluto appoggiare: riconquistare la propria sicurezza messa a dura prova dalla malattia, prendersi cura di se, fa sentire anche psicologicamente più forti e aiuta i malati ad affrontare il tumore in maniera più serena”.

“Teniamo molto all’accoglienza nella nostra struttura: far sentire gli utenti in un ambiente sereno e protetto aiuta sia i pazienti che i familiari”, ha dichiarato Francesca Caruso.

“Siamo certi -ha dichiarato la consigliera De Rose- che da qui saranno in tanti tra commercianti e imprenditori a farsi avanti e donare a chi soffre. Il cuore dei rendesi è grande e di sicuro assisteremo ad una vera e propria gara di solidarietà”.

“L’associazione Oncomed -ha concluso l’assessore Artese- opera grazie alla solidarietà e all’impegno quotidiano di chi si spende in maniera volontaria affinché siano garantite le cure necessarie ai malati oncologici”.

Comments

comments