Corsi 30 Cfu, prorogata la scadenza della graduatoria. Il rettore Leone ringrazia il ministro Valditara

Accolta la proposta lanciata dal vertice dell’Università della Calabria, attraverso la Crui, per agevolare i corsisti che chiuderanno il percorso a fine giugno

Accolta la proposta lanciata dal vertice dell’Università della Calabria, attraverso la Crui, per agevolare i corsisti che chiuderanno il percorso a fine giugno

Un importante risultato per i corsisti impegnati nel completamento del percorso formativo da 30 Cfu: il Ministero dell’Istruzione e del merito (Mim) ha accolto la richiesta di slittamento dei termini per l’aggiornamento delle graduatorie dal 10 al 24 giugno, consentendo così alle università di organizzarsi per poter chiudere i corsi in un tempo utile. L’Università della Calabria ha già messo in moto la macchina organizzativa che consentirà di terminare entro la nuova data, per dare modo ai corsisti di inserirsi in graduatoria.

Valditara Leone

«Siamo grati al ministro Valditara – ha dichiarato il rettore dell’Unical Nicola Leone – per aver compreso l’urgenza della nostra richiesta e per aver preso una decisione che va incontro alle esigenze di tantissimi insegnanti che stanno ultimando i corsi. Il dialogo costruttivo con le istituzioni è fondamentale per garantire che tutti possano operare al meglio delle loro possibilità, correggendo, laddove necessario, eventuali incongruenze».

La decisione di posticipare i termini è stata accolta con grande sollievo da parte di molti insegnanti, che – appresa la notizia di una scadenza inizialmente fissata al 10 giugno, ovvero prima della fine dei corsi di aggiornamento prevista per fine giugno – avevano sollecitato l’Università della Calabria ad anticipare la conclusione del percorso formativo. Non essendo questa una soluzione praticabile e coinvolgendo la questione anche altri atenei, il rettore Nicola Leone aveva quindi presentato la proposta alla Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui) di chiedere al Mim l’allineamento delle date di fine corsi con quella della presentazione delle domande di aggiornamento delle graduatorie.

La Crui, espressasi favorevolmente, ha ufficialmente avanzato l’istanza tramite la presidente Giovanna Iannantuoni. Il Ministero ha accolto con favore le sollecitazioni pervenute dagli atenei, riconoscendo l’importanza di un quadro temporale che consenta ai corsisti di concludere il loro percorso e presentare tempestivamente domanda di aggiornamento per le Graduatorie provinciali per le supplenze (Gps).