Eccellenza Femminile: pronte Cosenza, Rende ed Eugenio Coscarello

Riparte il calcio, in particolare l'Eccellenza Femminile con ben tre squadre del Cosentino: Rende, Eugenio Coscarello Castrolibero e Cosenza

calcio femminile eccellenza rende cosenza eugenio coscarello castrolibero

Il calcio femminile riparte con l’Eccellenza, e coinvolte saranno almeno 3 squadre “Cosentine”.

C’è voluto quasi un anno e mezzo ma finalmente il Calcio Femminile riprende e con lui tutte le emozioni, le speranze e i sogni di giovani ragazze. Questa domenica, infatti, inizierà il campionato di Eccellenza Femminile con ben tre squadre del Cosentino.

Eugenio Coscarello-Rende (1^a giornata di Eccellenza Femminile)
Eugenio Coscarello-Rende (1^a giornata di Eccellenza Femminile) Ph. Eugenio Coscarello

Queste ultime sono Cosenza, Rende e l’Eugenio Coscarello che se la vedranno anche con la Cittanovese e il Borgo Grecanico Melitese. Sarà un vero e proprio campionato con andata e ritorno con termine a Giugno, e la prima classificata accederà direttamente alla Serie C.

Il Cosenza femminile se la vedrà già in trasferta contro la Cittanovese mentre le altre due compagini facente parte del trio del Cosentino, si affronteranno già alla prima giornata alle ore 15 e 30 al comunale “M. Scornaienchi” di Piane Crati.

Ma come si stanno preparando le due squadre a questo primo ed emozionante match? Abbiamo ascoltato le parole di Silvio Greco, mister del Coscarello.

“Questa domenica inizierà finalmente l’importantissimo campionato che coinvolgerà 5 squadre. Come vi state preparando?”

“Finalmente si parte dopo tanti mesi di attesa. Nonostante le difficoltà abbiamo creato un buon gruppo che in questi mesi ha lavorato bene. Non è stato un percorso fluido per tante “situazioni”, ci sono state difficoltà e ancora ci sono ma la voglia di giocare è tanta. La società ha fatto degli investimenti importanti (vedi la bellissima struttura di Piane Crati) e dobbiamo ricambiare questa fiducia”

Le ragazze del Rende Calcio Femminile
Le ragazze del Rende Calcio Femminile

“Questa pandemia ha messo in ginocchio tutto il mondo. Pensa che anche quest’ennesima difficoltà del virus abbia influenzato il calcio femminile?”

“Credo che questa pandemia abbia messo in ginocchio tanti settori. Tutto lo sport dilettantistico in generale comunque, anche il calcio femminile ha avuto un bruttissimo colpo, tante realtà non sono riuscite a ripartire purtroppo. Già il fatto di essere solo cinque squadre in questo campionato la dice lunga dato che le previsioni erano ben altre. Purtroppo tutta questa situazione è stata devastante ma con le giuste accortezze si deve comunque ripartire”

“Questa domenica si disputerà la 1^ giornata contro il Rende. Cosa teme, ammesso che ci siano dei timori, nei confronti di queste avversarie e che partita sarà?”

“Il Rende per tradizione è una società importante, organizzata e con una storia dietro. La squadra femminile, è vero, è nata da pochissimo ma credo assolutamente che tutta la dirigenza abbia fatto in modo di allestire comunque un gruppo in grado di affrontare al meglio questo campionato. Di sicuro sarà una bella gara perché c’è tanta curiosità nel vedere questo gruppo confrontarsi con le altre, nell’incontrare una squadra completamente nuova e sarà bello anche per me esordire contro una società che a livello calcistico mi ha dato tanto”

Allenamento dell'Eugenio Coascarello Castrolibero
Allenamento dell’Eugenio Coascarello Castrolibero

“Alla seconda giornata sarà già “Derby” contro il Cosenza. Ci sarà un po’ di sana rivalità agonistica?”

“Sinceramente mi piace pensare di avere obiettivi da settimana in settimana. Sicuramente andremo ad affrontare una squadra blasonata, fortissima e con un tecnico molto bravo che ha tanta esperienza. Ovvio che parte assolutamente favorita per la vittoria finale. Noi comunque cercheremo di dare il massimo, sperando di cacciarci qualche soddisfazione, la società che mi ha accolto se lo merita”

“Quanto sarebbe importante ma soprattutto cosa significherebbe per voi raggiungere il traguardo della Serie C?”

“Sicuramente è un sogno che non deve, però, condizionare. Non è semplice, di sicuro ce la giocheremo. Non sarà facile ma la voglia di confrontarsi e di divertirsi è tanta. Sarà poi il campo a dare il giusto responso. Per il momento comunque non pensiamo a quello che potrebbe essere fra due mesi ma pensiamo a divertirci contro il Rende tutti insieme”

(Immagine di copertina: Lega nazionale dilettanti)

Comments

comments