Federazione Riformista di Rende: “Serve nuovo rilancio amministrativo”

Mauro Stellato, Coordinatore della Federazione Riformista, ben deciso a voler tracciare le linee guida per il futuro della città di Rende.

Federazione Riformista Rende

Mauro Stellato, Coordinatore della Federazione Riformista, ben deciso a voler tracciare le linee guida per il futuro della città di Rende.

Non sorprende che a tentare di difendere l’indifendibile siano rimasti coloro che nutrono personali ambizioni sul futuro assetto amministrativo della città di Rende. A dare credito alle indiscrezioni, se è vero che le imminenti nomine da proporre alla città riguarderanno un vice sindaco, un assessore e un consigliere con delega alla manutenzione. Tutto torna. Ma le dichiarazioni creano allarme e invitano ad una riflessione.

Pensare di lanciare proclami, invece di attuare una pesante autocritica sulla incapacità amministrativa, deve indurre tutte le forze di minoranza a una consapevolezza. Sono ormai maturi i tempi di rilancio della Città, da avviare con senso di responsabilità, da parte di tutti coloro che non si riconoscono nella attuale amministrazione. Non è più tempo di divisioni, delle decisioni singole, della prevalenza dell’io, di tutte le cause che hanno determinato l’esito delle ultime tornate amministrative.

Si parte da una prima, importante, presa di coscienza. Manna non è stato l’artefice delle proprie vittorie, ma è stato la conseguenza di divisioni e personalismi.

Nessun merito particolare, tranne la “capacità”, (se di questo si può parlare) di raccogliere intorno a sè milizie non si capisce se civiche, certamente disomogenee. E le dichiarazioni di questi giorni ne sono la testimonianza.

Marcello Manna sindaco di Rende
Marcello Manna sindaco di Rende

Un sistema che, se anche funziona dal punto di vista elettorale, rende ingestibile e inattuabile qualsiasi azione amministrativa. E di questa impossibilità a gestire, ne abbiamo abbondanti testimonianze sul territorio. La qualità dei servizi offerti alla Città, negli ultimi anni, ha subito un continuo arretramento.

Per non parlare delle macro questioni sulle quali i proclami lanciati, hanno lasciato quasi mai intendere quale fosse la reale idea di soluzione. Come superare indenni tutto ciò. Non ci sottraiamo ad un dovere, come Federazione Riformista, di continuare nella stagione di confronto su chi condivide, insieme a noi, una idea diversa di Città.

E’ necessario lasciarci al più presto alle spalle questa esperienza buia di Rende e porre le basi, fin da subito, ad un nuovo rilancio amministrativo. Negli ultimi 18 mesi, i progressi nei rapporti con le altre forze politiche hanno consentito una opposizione condivisa sui grandi temi quali i rifiuti, la sanità privata e pubblica, il patrimonio comunale, il nuovo assetto urbanistico della città, le grandi opere, la mobilità, l’Agenda Urbana.

Questa è l’unica via per tracciare le linee guida per il futuro della nostra Città. Partiamo da qui per costruire tutti insieme un Documento Programmatico da proporre, per tempo, ai cittadini. La Federazione Riformista è pronta a mettere in campo tutte le proprie energie, con la determinazione necessaria affinché tutto questo possa riuscire.