Il Rende strappa un buon pari in casa della Gelbison (0-0)

L'undici di mister Caruso resiste alle offensive dei vallesi anche in inferiorità numerica. Un super Quintiero blinda la porta del Rende

La palma di migliore in campo è indiscutibilmente sua. Checco Quintiero, classe 2000, cresciuto nelle giovanili del Cosenza, all’esordio con la maglia del Rende ha sfoderato una prestazione da applausi. Sbarrando più volte la strada alle conclusioni dei padroni di casa, ha messo così la firma sul pari portato a casa dalla compagine biancorossa.

Il primo punto in campionato per il Rende di mister Caruso è arrivato in una gara complicata. C’è stato, infatti, da far fronte anche all’inferiorità numerica. Al minuto 57 capitan Miceli, incappato in una disattenzione alla quale ha dovuto mettere una pezza compiendo fallo da ultimo uomo, si è beccato un’espulsione apparsa sacrosanta.

Una parata di Quintiero, migliore in campo dei biancorossi (photo pagina Facebook Gelbison)

E’ stato un Rende coriaceo quello visto all’opera ieri sul terreno di gioco dello stadio “Giovanni Morra” di Vallo della Lucania. Ha traballato in alcune occasioni, come alla mezz’ora della ripresa, quando la Gelbison è andata vicinissima al vantaggio con il palo colpito da Tedesco. Non è però mai andato in bambola grazie ad una linea difensiva molto omogenea e compatta.

A nulla infatti sono valse le folate offensive dei vallesi, rintuzzate quando dal reparto arretrato dei biancorossi quando dall’attentissimo Quintiero. Come detto il pipelet nativo di Cetraro si è dimostrato particolarmente reattivo tra i pali. Il Rende, che non si è quasi mai mai fatto vedere dalle parti del portiere lucano D’Agostino, rimasto perlopiù inoperoso per tutta la durata del match, si è chiuso a riccio soprattutto dopo essere rimasto in dieci uomini. L’atteggiamento ha però dato i suoi frutti.

Caruso: “Punto meritato!”

Si è detto soddisfatto della prestazione dei suoi a fine gara Alfonso Caruso: “Per noi è un grandissimo risultato. Sono contento dello spirito di sacrificio dimostrato dai ragazzi. Hanno messo il cuore e mi sento di dire che il punto l’abbiamo meritato a pieno”.

Il tecnico, che nel secondo tempo ha gettato nella mischia anche il nuovo arrivato Ivan Castiglia, pezzo pregiato del calciomercato del Rende, porta così a casa un buon pari che permette di muovere la classifica e di guardare al futuro con rinnovata speranza.

(Immagine di copertina pagina Facebook Gelbison).

Comments

comments