Nasce Innova Rende. Obiettivo “alzare livello del dibattito pubblico in città”

Innova Rende, nuova associazione politica e culturale, è stata presentata sabato nel corso di una conferenza stampa tenutasi al Museo del Presente

Un nuovo approccio alla politica che punti ad interpretare al meglio i cambiamenti della società e ad alzare il livello del dibattito pubblico nella città di Rende. Nasce con questo spirito Innova Rende, la nuova associazione politica e culturale presentata sabato nel corso di una conferenza stampa tenutasi al Museo del Presente.

I valori e gli obiettivi del nuovo soggetto rendese sono stati illustrati dal presidente dell’associazione Mirko Di Maria, dal segretario Lorenzo Principe e dal consigliere comunale Michele Morrone. Proprio quest’ultimo ha annunciato contestualmente la nascita del nuovo gruppo consiliare Innova Rende, una formazione che farà un’opposizione dura ma costruttiva all’attuale amministrazione Manna.

Principe, Di Maria e Morrone di Innova Rende

Proprio il dialogo ed il confronto con le altre realtà politiche e culturali della città sarà uno degli elementi costitutivi dell’associazione. “Non abbiamo la presunzione di dire che il nostro progetto è migliore degli altri – dichiara il presidente Mirko Di Maria – ma abbiamo l‘ambizione di confrontarci con gli altri movimenti della città, portare nell’agone politico il nostro metodo ed intraprendere così un cammino più condiviso”.

Innova Rende nasce in un periodo molto particolare per la città di Rende, la Calabria e l’Italia intera. La pandemia da Coronavirus e i sempre più profondi mutamenti della società impongono, infatti, un nuovo approccio alla cosa pubblica, più orientato all’ascolto delle istanze dei cittadini e meno incentrato sui personalismi.

“Quando si parla di innovazione in genere si pensa all’innovazione tecnologica – dice Lorenzo Principe, segretario di Innova Rende – noi invece vogliamo un’innovazione di metodo. Il nostro intento è migliorare il livello del dibattito politico di Rende, perché percepiamo un deficit in termini di dialogo e confronto pubblico. Vogliamo guardare al futuro con un nuovo paio di occhiali e una diversa lente di ingrandimento”.

Per raggiungere questo obiettivo ambizioso l’associazione inizierà subito una campagna di tesseramento rivolta soprattutto ai giovani universitari. Ci sono, infatti, tanti ragazzi iscritti all’Unical che vorrebbero vivere la città, partecipare ad iniziative pubbliche e portare avanti battaglie politiche, ma faticano a trovare un contenitore moderno ed adeguato alle sfide del tempo.

Innova Rende guarderà dunque a loro, senza però dimenticare anche il passato che ha visto diversi membri dell’associazione condividere un percorso importante all’interno della Federazione Riformista di Rende. Non mancheranno allora pure le idee e le discussioni sui temi centrali nel dibattito democratico locale: ospedale pubblico e privato, area urbana, ambiente e chiaramente università.  Una delle proposte, ad esempio, emerse durante la conferenza stampa di presentazione dell’associazione, riguarda la creazione di una rete degli atenei calabresi e la promozione di sinergie tra le università nostrane e il Nord Africa, con l’obiettivo di formare le future classe dirigenti del Mediterraneo ed attivare processi di contaminazione culturale.

Di seguito i soci fondatori dell’associazione: Mirko Di Maria (Presidente), Lorenzo Principe (Segretario), Michele Morrone, Gianluca De Rango (Vice segretario), Carlo Scola (Area urbana, relazioni politiche e territori), Francesco Midulla, Francesco Plastina, Francesco Cavaliere, Bianca Iusi, Andrea Ferretti. Idee, valori e persone, dunque, per innovare Rende e rinnovare la Calabria intera.

Comments

comments