Regionali, Rinaldo: “La meritocrazia salverà la Calabria”

A ribadirlo in una nota è la “Comunità in partecipazione diretta – comitato di cittadini” con il suo portavoce Carlo Rinaldo.

“Comunità in partecipazione diretta – comitato di cittadini” che con il suo portavoce Carlo Rinaldo

“I presupposti per la nuova stagione della Calabria basata finalmente esclusivamente sulle capacità della classe dirigente ci sono tutti con l’elezione a Presidente della Regione di Roberto Occhiuto: solo la meritocrazia può salvare la Calabria consentendo la valorizzazione delle enormi risorse naturali ed umane.”

A ribadirlo in una nota è la “Comunità in partecipazione diretta – comitato di cittadini” con il suo portavoce Carlo Rinaldo: “E la squadra di Governo allargato alle varie Direzioni nell’Amministrazione regionale e alle collaborazioni varie sarà sicuramente attinente al profilo della capacità, esperienza, dedizione al lavoro ed affidabilità. Dunque non si può non fare riferimento anche a Gianluca Gallo, altro valente elemento che sarà giustamente riconfermato nella gestione regionale: le moltissime preferenze sono frutto del suo buon lavoro da Assessore e il segnale che anche i cittadini calabresi si stanno rendendo conto che serve altro alla nostra terra per riscattarci.

Attenendomi ad un termine politico inflazionato, il “ticket” Occhiuto/Gallo ed altri del genere sono quelli che fanno sperare bene.

Infine un altro riferimento, quello alla burocrazia regionale i cui vertici e funzionari dovranno anch’essi essere scelti in base al merito e sollecitati alla velocizzazione nell’iter delle pratiche. Su queste linee di conduzione della Regione, conformi al nostro modello di amministrazione pubblica improntata ai risultati per il bene comune, noi ci mettiamo a disposizione per dare la nostra competente ed esperta mano.”

Comments

comments