Serie C, il Rende guarda con ottimismo alla sfida playout con il Picerno

L'unico precedente stagionale con la formazione lucana sorride al Rende, vittorioso di misura grazie alla rete di Devis Nossa

Ha temuto il peggio, ossia la cristallizzazione della classifica al momento dello stop, il che avrebbe significato per il Rende Calcio la retrocessione in Serie D.

In virtù delle decisioni del Consiglio Federale il club di Fabio Coscarella può però ora tirare un sospiro di sollievo. Regular season annullata – c’erano ancora otto giornate da disputare – e così il Rende può giocarsi le chances salvezza nella doppia sfida playout con il Picerno. Stabilite ieri le date delle sfide thrilling (27 e 30 giugno), che insieme all’altro confronto tra Sicula Leonzio e Bisceglie, decreteranno in un sol colpo le squadre che potranno festeggiare il mantenimento della categoria e quelle che invece dovranno salutare il professionismo.

Devis Nossa (foto Rende calcio.it)

I tre punti di vantaggio che distanziano il Rende dal fanalino di coda Rieti si sono così rivelati un margine che ha messo al riparo la squadra dell’oltre Campagnano da brutte sorprese. Il club laziale infatti, insieme a Gozzano e Rimini, non ha potuto far altro che accettare il triste verdetto della retrocessione. A Pino Rigoli, terzo tecnico di una stagione alquanto tribolata che ha visto alternarsi sulla panchina biancorossa prima Andreoli e poi Tricarico, l’arduo compito di realizzare l’impresa.

Poche gioie finora per l’ex allenatore tra le altre di Cosenza, Juve Stabia e Catania, che, da quando è subentrato, non è riuscito ad invertire la rotta collezionando solo tre miseri punti, frutto di altrettanti pareggi, nell’arco di otto gare. Regna nonostante tutto un certo ottimismo circa le reali potenzialità di spuntarla sul prossimo avversario: il Picerno infatti è una delle poche squadre battute dal Rende nel corso della regular season.

Era il 17 novembre e nella nebbia del “Razza” si giocava il match valevole per quindicesima giornata. I padroni di casa, all’epoca sotto la gestione Tricarico, ottenevano la seconda vittoria casalinga stagionale grazie all’incornata decisiva di Nossa al decimo minuto.

(Immagine di copertina Andrea Rosito).

Comments

comments