Vince la solidarietà con il Primo Torneo di Calciotto

Una giornata, quella de “Le Scuole del Cuore”, dedicata allo sport con il Primo Torneo di Calciotto ma anche alla promozione dell’associazione GianMarco De Maria

Primo Torneo di Calciotto: Le scuole del cuore, vince la solidarietà
Primo Torneo di Calciotto: Le scuole del cuore, vince la solidarietà

Si è concluso con la vittoria ella “Snaily” di Taverna di Montalto Uffugo, davanti alla “Bimbilandia” di Castrolibero, alla scuola “L’isola che non c’era” di Cosenza e alla “Fantasy” di Cosenza il Primo Torneo di Calciotto “Le Scuole del Cuore”, una giornata ricca di sport e solidarietà che ha visto coinvolte alcune Scuole dell’Infanzia e Primaria Paritarie della provincia di Cosenza tutte in campo a sostegno dell’Associazione GianMarco De Maria.

La manifestazione, patrocinata dal Comune di Cosenza e ospitata presso gli impianti sportivi della società calcistica “Real Cosenza” ha avuto così una duplice valenza.

La più importante è quella di porre al centro dell’attenzione un’associazione che porta il nome di un bambino prematuramente scomparso nel 2000 e che da allora ha l’obiettivo di prendersi cura di ogni bambino che, per un motivo qualsiasi, si trova a trascorrere un periodo più o meno lungo della sua vita ospite dei reparti Pediatrici dell’Ospedale Annunziata di Cosenza.

Per meglio garantire l’accoglienza, anche ai parenti più stretti a cominciare dai genitori, è nata ‘La Casa di Giusy’, una struttura a pochi passi dall’Ospedale civile della SS Annunziata di Cosenza. Si tratta di un alloggio messo gratuitamente a disposizione dei familiari dei bambini provenienti da varie parti del Mezzogiorno. Serve per garantire ai piccoli pazienti la vicinanza della loro famiglia soprattutto nei lunghi periodi di degenza.

Un progetto davvero meritevole, tanto che quest’anno è stato anche selezionato per il progetto “30 ore per la Vita” coordinato da Telethon.
Ecco perché è stato importante il coinvolgimento di diverse scuole del cosentino, coinvolgendo direttamente alunni, familiari e insegnanti per una giornata dall’alto valore morale, allietata anche dallo spettacolo offerto dalle majorettes di Parenti.

Comments

comments